Come contrastare l’aumento in bolletta

Come contrastare l’aumento in bolletta

bollette

Molte famiglie, nel tentativo di contrastare il continuo aumento dei prezzi energetici, sono alla ricerca di possibili soluzioni per contenere le bollette luce e gas. Se, da un lato, questo è possibile contrastando gli sprechi (chi si ricorda sistematicamente di spegnere la luce prima di uscire da una stanza o di non lasciare le finestre aperte con il condizionatore in funzione?), dall’altro è sicuramente un’ottima soluzione quella di scandagliare i siti dedicati: gestori e comparatori online propongono ai potenziali clienti offerte luce le più convenienti possibili.

Nei prossimi paragrafi cercheremo di elencare alcuni consigli utili per abbattere l’aumento in bolletta in modo rapido ed efficace.

Occhio agli sprechi e agli elettrodomestici

Come accennavamo all’inizio, il modo migliore per abbattere i costi in bolletta è quello di ridurre il più possibile gli sprechi energetici (o, almeno, entrare nell’ordine delle idee per farlo). Qualche esempio? Anche solo risolvere il problema degli elettrodomestici come la tv che restano accesi in standby può far risparmiare fino a 500 euro all’anno, poco meno di 50 euro al mese (non male, vero?). Cambiare elettrodomestici scegliendo quelli con le migliori classi energetiche, spegnere le luci quando non necessarie, non far girare la lavatrice vuota o la lavastoviglie con due piatti nel cestello sono tutti ottimi consigli.

Proprio sugli elettrodomestici, si potrebbe scrivere un articolo a sé, soprattutto perché bisognerebbe adottare atteggiamenti più consapevoli nel loro utilizzo. Ad esempio sarebbe opportuno usare lavatrice e lavastoviglie soprattutto nelle ore serali o nel weekend (se abbiamo una tariffa bioraria). Si consiglia anche, nei mesi più freddi dell’anno, di puntare al risparmio sul riscaldamento domestico pianificando per tempo la manutenzione di caldaia e termosifoni.

Scegliere la tariffa migliore

Il modo migliore per evitare le conseguenze dell’aumento della bolletta è scegliere la tariffa più adatta alle nostre abitudini di consumo. I costi in bolletta possono essere raggruppati in costi variabili e costi fissi. Se i costi fissi sono quelli imposti dall’ARERA, quelli variabili vengono decisi dai fornitori luce e gas. Se siamo consapevoli di come utilizzare luce e gas possiamo scegliere con gande oculatezza tra le diverse opzioni che il mercato libero ci mette a disposizione. Si consiglia di comprendere quali siano oneri e prezzi stipulati dalla propria società di fornitura gas e luce e di procedere poi al confronto con le altre valutando se ci sono margini per contrastare l’aumento delle bollette.

Fare buon uso del condizionatore

Un altro buon modo per abbattere i consumi in bolletta è cercare di fare buon uso del condizionatore. Si tratta infatti di elettrodomestici molto energivori e nei periodi dell’anno molto caldi potrebbe essere molto difficile farne a meno. Dovremo quindi ricordarci di accendere il condizionatore solamente quando tutte le finestre sono chiuse così da non disperdere il fresco. Dovremo prediligere se possibile la modalità deumidificatore che molto più rispettosa nei confronti del mondo in cui viviamo. Si consiglia anche di spegnere il condizionatore quando non ci troviamo in casa.

Sostituire le lampadine

Per abbattere le spese energetiche possiamo sostituire le vecchie lampadine con quelle a LED, che consumano meno e durano di più. Tra l’altro, fanno anche una luce migliore, per cui stancano meno la vista e contribuiscono a migliorare il benessere abitativo. L’illuminazione artificiale rappresenta circa il 15% dei costi energetici domestici. Per iniziare potremmo anche solo modificare le lampadine tradizionali a incandescenza o alogene con nuove lampadine a led che consumano molto meno energia e hanno una durata molto maggiore.

Insomma, utilizzando un buon comparatore di tariffe per scegliere l’offerta migliore e adottando questi semplici consigli sarà possibile abbattere in modo anche considerevole la bolletta energetica luce e gas.

Andrea B.